ArgoIT.com

Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni
Watly: energia elettrica, acqua potabile e internet wifi. Startup made in Italy per rifornire le zone povere del Pianeta

Watly: energia elettrica, acqua potabile e internet wifi. Startup made in Italy per rifornire le zone povere del Pianeta

Watly è un concentrato di tecnologia; un progetto innovativo che, con un solo dispositivo alimentato ad energia solare, potrebbe rivoluzionare il mondo delle energie rinnovabili portando energia elettrica (ad oggi, nel mondo, due miliardi non hanno elettricità), acqua potabile (un miliardo di persone non ne ha ancora accesso) e internet (cinque miliardi non possono accedere) nelle zone più povere del pianeta.

Marco Attisani, imprenditore ed esperto in energie rinnovabili e tecnologie intelligenti, è partito dall'assurda realtà che in un pianeta composto da circa il 70% d'acqua ci fosse un problema di potabilità idrica.

"La questione è posta dall'inquinamento. È necessario ripulire l'acqua salata e contaminata".

La soluzione è arrivata grazie allo studio e alla progettazione di questa start up chiamata "Watly", il primo computer al mondo che, alimentato ad energia solare, purifica fino a 3 milioni di litri di acqua contaminata all'anno, senza necessitare di membrane o sostituzioni del filtro, rendendola potabile; genera energia elettrica e permette la connettività Internet, ovunque sia installato.

Il principio fisico alla base di questo innovativo sistema è chiamato "distillazione a compressione di vapore" ed è di gran lunga il metodo più efficace e potente di purificazione e desalinizzazione attualmente disponibile.

Watly energia: energia elettrica,acqua potabile e internet wifi

Lo stesso Marco racconta

"Condivido il progetto con altre due colonne estremamente importanti Stefano Buiani, pioniere delle energie rinnovabili in Italia, e Matteo Squizzato, ventitrenne che ci convinse subito, fin dai tempi dei tre mesi di BootCamp in Olanda nel 2013 con il primo prototipo di Watly. Insieme ad altri validi professionisti, come Suhan Checuz, Giordano Gobbo e Marcos Bassols, abbiamo vinto bandi e fondi europei, tra cui Horizon 2020, raccogliendo quasi 2 milioni di euro, che ci hanno permesso di sviluppare un modello più avanzato di Watly".

E continua

"Nel 2015 siamo poi stati nel villaggio di Abenta, in Ghana, insieme a Discovery Channel. Lì abbiamo installato Watly, e grazie alla campagna su Indiegogo vogliamo tornarci, per dare da bere a migliaia di persone".


Acqua potabile, energia elettrica e internet con il progetto wately per l'Africa e i paesi poveri

Cos'è la campagna su Indiegogo? Il 7 aprile, Watly è sbarcato su Indiegogo, la piattaforma di crowdfunding, con un obiettivo economico flessibile fissato a 75mila dollari, cifra necessaria per sviluppare una parte della macchina. L'obiettivo della campagna di raccolta fondi è di creare un network di persone che condividano il progetto. In caso di buon esito, riuscendo quindi a raggiungere l'obiettivo prefissato, il team tornerà in Ghana per installare una nuova Watly, dando così acqua potabile ed energia a ben 3mila persone.

Questo è ciò che può fare una singola struttura isolata di Watly: una rivoluzione tecnologica ed energetica unica se a questa singola struttura si connettessero altre unità al fine di creare una rete energetica  ponendo seriamente rimedio alle lacune e ai problemi sopracitati.




La nuova filosofia strategica: Content Marketing VS Pubblicità Tradizionale

La nuova filosofia strategica: Content Marketing VS Pubblicità Tradizionale

L'articolo più letto

Mobilità sostenibile e bici all’avanguardia sulle piattaforme di crowdfunding
Mobilità sostenibile e bici all’avanguardia sulle piattaforme di crowdfunding

Multimodalità. Sembra essere questa la strada verso la mobilità sostenibile. Sono...