ArgoIT.com

Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni Argo Comunicazioni
Auto elettriche e centri storici: in Norvegia il boom di veicoli elettrici

Auto elettriche e centri storici: in Norvegia il boom di veicoli elettrici


Attenzione: comunicato passato

Si parla spesso di auto elettriche e di "zero emissioni", per questo, desideriamo proporvi questo articolo che parla di Norvegia, di uno Stato chilometricamente lontano da noi ma che potrebbe essere, forse, un esempio utile da seguire, una volta rivisto e riadattato per rendere l'Italia ancora più "green".

La capitale, Oslo, pullula di circa 600mila abitanti e 350mila auto in circolazione; nell'area interna alla circonvallazione lavorano quasi 90mila persone, ma i residenti sono poco più di mille.

Ebbene, Oslo ha decretato che bandirà entro il 2019 le auto dal centro storico. Una svolta molto importante se si pensa che la Norvegia è il maggiore produttore di petrolio in Europa ma anche lo Stato con la più alta percentuale di auto elettriche: una cifra ancora ridotta (il 2% del totale) ma che copre più del doppio della media europea e, soprattutto, è in crescita esponenziale, se si pensa che l'anno scorso il 14% dei veicoli immatricolati in Norvegia era elettrico.

Questo piano sulle auto renderà la capitale norvegese la prima in Europa ad attuare un simile provvedimento, come annunciato dalle autorità locali. L'annuncio in questione è stato diffuso dalla nuova giunta rosso-verde vincitrice alle elezioni municipali (Laburisti, Sinistra socialista e Verdi), che ha promesso di dimezzare in 5 anni le emissioni di CO2 rispetto al livello del 1990 e di ridurle del 95% entro il 2030.

La rappresentante dei Verdi, Lan Marie Nguyen, ha dichiarato che

"Nel 2030 ci saranno ancora persone alla guida di auto, ma queste dovranno essere senza emissioni".

A favorire il boom di veicoli elettrici in Norvegia non è, naturalmente, solo la coscienza ambientale dei norvegesi bensì anche le generose esenzioni fiscali di cui le auto elettriche possono godere, rispetto alle esenzioni tradizionali che scontano invece un carico tra i più alti al mondo, a cominciare da una supertassa sull'acquisto.

Il piano sulle auto prevede per il 2019, incentivi all'acquisto di biciclette elettriche, la realizzazione di almeno 60 chilometri di piste ciclabili e un importante investimento nel trasporto pubblico.
Tra le categorie più scettiche, per non dire preoccupate dalle nuove misure, poichè ben 11 dei 57 centri commerciali della capitale si trovano all'interno di quest'area centrale, sono i commercianti.
Niente paura invece per le auto che trasportano disabili e per i veicoli che devono consegnare merci in centro.
Inoltre, i tre partiti hanno fatto sapere che bus e tram continueranno a servire il centro e che si troveranno accordi e soluzioni ad hoc per soddisfare tutte le richieste del caso, nel miglior modo possibile.

 




La nuova filosofia strategica: Content Marketing VS Pubblicità Tradizionale

La nuova filosofia strategica: Content Marketing VS Pubblicità Tradizionale

L'articolo più letto

Celle a combustione: il mercato è in crescita
Celle a combustione: il mercato è in crescita

  Fonte: www.rinnovabili.it Nonostante le dimensioni ancora ridotte dell’industria delle...